Concerto finale Solisti, Coro e Orchestra ISSM Franco Vittadini 2018
Concerto finale Solisti, Coro e Orchestra ISSM Franco Vittadini 2018
Concerto finale Solisti, Coro e Orchestra ISSM Franco Vittadini 2018
Concerto finale Solisti, Coro e Orchestra ISSM Franco Vittadini 2018

Programma esame di ammissione triennio classico

PROGRAMMA ESAMI DI AMMISSIONE CORSO ACCADEMICO DI I LIVELLO - TRIENNIO - A.A. 2019/2020

 

FIATI:

 Clarinetto DCPL11, Corno DCPL19, Fagotto DCPL24,

Flauto DCPL27, Oboe DCPL36, Saxofono DCPL41, Tromba DCPL46, Trombone DCPL49


 

Clarinetto DCPL11

 

PRIMA PROVA

1.      Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

E. CAVALLINI, 30 capricci

H. BAERMANN, 12 esercizi op.30

R. STARK, 24 studi op. 49


P. JEANJEAN, Studi progressivi vol. 2

C. ROSE, 40 studi vol. I

H. KLOSÈ, 20 studi caratteristici

J. LANCELOT, 21 esercizi

R: KELL, 30 interpretative studies

 

2.       Presentazione di uno o più brani per clarinetto e pianoforte, o clarinetto e orchestra (rid. per pianoforte) o per clarinetto solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per clarinetto solo.

 

3.      Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE


 

Corno DCPL19

 

PRIMA PROVA

1.      Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

a.     C. KOPPRASCH, 60 studi op. 6, I parte

b.     F. BARTOLINI, Metodo per corno, II parte

c.      O. FRANZ, Metodo completo per corno

 

2.       Presentazione di uno o più brani per corno e pianoforte, o per corno e orchestra (rid. per pianoforte) o per corno solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per corno solo.

 

3.      Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE


 

Fagotto DCPL24

 

PRIMA PROVA

1.     Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

a.     E. KRAKAMP, 30 studi caratteristici

b.     L. MILDE, Studi da concerto op. 26, I parte

 

2.       Presentazione di uno o più brani per fagotto e pianoforte, o per fagotto e orchestra (rid. per pianoforte) o per fagotto solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per fagotto solo.

 

3.      Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE


 

 

Flauto DCPL27

 

PRIMA PROVA

1.      Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra Studi tratti dal seguente repertorio:

a.      L. HUGUES, 40 studi op. 101 e op. 75

b.      E. KOHLER, op. 33 II o III grado

c.       J. ANDERSEN, 24 studi op. 33 o op. 30

d.      A.B. FURSTENAU, 26 esercizi op. 107

e.      G. BRICCIALDI, 24 studi per flauto

f.        R. GALLI, 30 esercizi op. 100

o studi di altri autori di equivalente livello tecnico

 

2.       Presentazione di uno o più brani per flauto e pianoforte o altro strumento, o per flauto e orchestra (rid. per pianoforte) o per flauto solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per flauto solo.

 

3.      Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

  

Oboe DCPL36

 

PRIMA PROVA

 

Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

PASCULLI, 15 studi

PRESTINI, 12 studi su difficoltà ritmiche in autori moderni

FERLING, 48 studi op. 31

RICHTER, 10 studi

 

Presentazione di uno o più brani per oboe e pianoforte, o per oboe e orchestra (rid. per pianoforte) o per oboe solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per oboe solo.

 

Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

 La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

  

 

Saxofono DCPL41

 

PRIMA PROVA

 

1.      Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

a.      M. MULE, Dix-huitexercices ou études, d’àpres Berbiguier

b.      W. FERLING, 48 études

c.       G. SENON, 16 Études Rythmo-techniques

o studi di altri autori di equivalente livello tecnico

 

2.       Presentazione di uno o più brani per saxofono e pianoforte, o per saxofono e orchestra (rid. per pianoforte) o per saxofono solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per saxofono solo.

3.      Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

 

Tromba DCPL46

 

PRIMA PROVA

 

1.      Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

a.      S. PERETTI, 28 studi (parte II) nei toni maggiori e minore

b.      J. FUSS, 18 studi

c.       C. KOPPRASCH,   Sixty Selected Studies 1°volume      

d.      C. COLIN,    Lip flexibilities

 

 

2.       Presentazione di uno o più brani per tromba e pianoforte, o per tromba e orchestra (rid. per pianoforte) o per tromba sola a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per strumento solo.

3.      Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

  

 

Trombone DCPL49

 

 

PRIMA PROVA

 

1.     Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

a.     S. PERETTI, (parte II) Studi melodici nei toni maggiori e minori

b.     C. KOPPRASCH, 60 studi op. 6, parte I

c.       Studio a scelta del candidato che preveda l’uso almeno della chiave di basso e tenore

 

2.       Presentazione di uno o più brani per trombone e pianoforte, o per trombone e orchestra (rid. per pianoforte) o per trombone solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale. Nel caso di più brani uno può essere per trombone solo.

 

3.      Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

 

ARCHI:

Contrabbasso DCPL16, Viola DCPL52, Violino DCPL54, Violoncello DCPL57

 

Contrabbasso DCPL16

 

PRIMA PROVA

 

1.              Presentazione di uno studio a scelta del candidato tratto da:

J. BILLÈ, V corso

F. SIMANDL, II book (IX Studi)

C. MONTANARI, 14 studi

R. KREUTZER, Studi

W. STURM, 110 studi

L. MONTAG, IV volume

G. GALLIGNANI, Studi melodici

 

2.              Presentazione di almeno un brano per contrabbasso e pianoforte, o per contrabbasso e orchestra (rid. per pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

 

3.              Esecuzione di una scala a tre ottave con relativo arpeggio scelta dal candidato (con diversi colpi d’arco: legato-staccato-picchettato etc.)

 

4.              Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

Viola DCPL52

 

PRIMA PROVA

 

Presentazione di almeno 3 studi o brani scelti dal candidato tra:

a.     3 studi di almeno due differenti autori, scelti fra quelli di B. Campagnoli (41 capricci), R. Kreutzer, P. Rode, P. Gaviniés

b.     due movimenti, scelti dal candidato, tratti da una Suite per violoncello di

J.S. Bach

 

Presentazione di almeno un brano per viola e pianoforte, o per viola e orchestra (rid. per pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

 

Esecuzione di una scala a scelta della commissione fra 3 presentate dal candidato (tre ottave) a corde semplici (con arpeggio, arcate sciolte e legate) e doppie corde (terze, seste e ottave a 2 ottave).

 

Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

 La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

·   

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

 

Violino DCPL54

 

 

PRIMA PROVA

 

Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

a.     3 studi di almeno due differenti autori, scelti fra quelli di R. Kreutzer, P.

Rode, J. Dont (op. 35), P. Gaviniés, F. Fiorillo

b.     due movimenti, scelti dal candidato, tratti da una Sonata o Partita di J.S. Bach

 

Presentazione di almeno un brano per violino e pianoforte, o per violino e orchestra (rid. per pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

 

Esecuzione di scale maggiori e relative minori con arpeggi a corde semplici (3 ottave) e 2 scale a corde doppie a 2 ottave (terze e ottave).

 

Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

 

Violoncello DCPL57

  

PRIMA PROVA

 

Presentazione di almeno 3 studi o brani comunque finalizzati all’accertamento di abilità tecnico-strumentali di livello adeguato, scelti dal candidato tra:

a.     uno studio tratto dai 40 di D. Popper e di un Capriccio tratto dai 6 di A.F.

Servais, a scelta del candidato

b.     un Preludio e altri due movimenti tratti da una Suite di J.S. Bach, scelti dal candidato

  

Presentazione di almeno un brano per violoncello e pianoforte, o per violoncello e orchestra (rid. per pianoforte) o per strumento solo a scelta del candidato, della durata minima di 15 minuti (anche singoli movimenti) tratto dal repertorio fondamentale.

 

Esecuzione una scala a quattro ottave con relativo arpeggio scelta dal candidato

 

Lettura estemporanea di un breve brano assegnato dalla commissione.

  

 La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 


 

 Pianoforte DCPL39, Strumenti a percussione DCPL44,

Arpa DCPL01, Chitarra DCPL09,

 

Pianoforte DCPL39

PRIMA PROVA

1. Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa, o di altri brani, tra:

        C. Czerny (op. 740)

        J.B. Cramer (60 studi)

        M. Clementi (Gradus ad Parnassum)

I. Moscheles, F. Mendelssohn, J.C. Kessler, F. Chopin, F. Liszt, A. Scriabin, C. Debussy,  S. Rachmaninoff, S. Prokofieff o studi di altri autori di equivalente livello tecnico

 

2        Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente:

a.     un Preludio e fuga dal Clavicembalo ben temperato di J.S. Bach o altra composizione polifonica significativa di J.S. Bach

b.     un movimento di una sonata di M. Clementi, F.J. Haydn, W.A. Mozart, L.

Van Beethoven o F. Schubert

c.      una o più composizioni significative tratte da quelle di F. Schubert, R. Schumann, F. Chopin, F. Liszt, F. Mendelssohn, J. Brahms, C. Franck, C. Debussy, M. Ravel, A. Scriabin, S. Rachmaninoff, S. Prokofiev o di altri autori scritte nei secc. XIX e XX

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

 

Strumenti a percussione DCPL44

 

PRIMA PROVA

 

1.      Presentazione di studi  tratti dal seguente repertorio:

    tamburo esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà a scelta del candidato. Lo studio o pezzo dovrà contenere cambi di tempo e di dinamica e l’utilizzo della tecnica del rullo

    timpani: esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà a scelta del candidato. Lo studio dovrà contenere cambi dinamici, cambi di tempo e di intonazione e l’utilizzo della tecnica del rullo;

    vibrafono o marimba: esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà sul vibrafono o sulla marimba a scelta del candidato utilizzando una delle tecniche a 4 bacchette

    xilofono: esecuzione di uno studio o pezzo di media difficoltà a scelta del candidato. Lo studio o pezzo dovrà contenere cambi di dinamica e l’utilizzo della tecnica del rullo

2       Esecuzione di una breve composizione a scelta del candidato per uno dei principali strumenti su elencati o per più strumenti a percussione riuniti, con o senza accompagnamento del pianoforte; nel caso il candidato dovrà presentarsi con il proprio pianista accompagnatore;

Esecuzione di una breve selezione di passi d’orchestra, a scelta del candidato, tratti dal repertorio barocco, classico, romantico e contemporaneo eseguiti a sua scelta su timpani, xilofono, tamburo, vibrafono, marimba o uno dei seguenti accessori: piatti, cassa, basco, triangolo, castagnette.

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

Arpa DCPL01

 

PRIMA PROVA

 

Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa, o di altri brani, tra:

                 N.CH. BOCHSA, 50 studi op.34

F. GODEFROID, Vingt Etudes mélodiques

W. POSSE, Sechs Kleine Etüden

      M. DAMASE, 12 Études 1° o 2° volume a piacere

 

Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente brani di media difficoltà del repertorio arpistico, o trascritti da altri strumenti, dal Settecento ad oggi, preferibilmente contrastanti per epoca e stile.

 La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

  

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

  

Chitarra DCPL09

 

PRIMA PROVA

 

Presentazione di almeno 3 studi di tecnica diversa, o di altri brani, tratti da:

F. SOR, Studi tratti dalle op. 6 dal n°3, op. 29, op. 31 dal n° 16 al n° 24 e op. 35 dal n° 16 al n°24

M.  GIULIANI, Studi op. 111

N.  COSTE, 25 studi op. 38

E. PUJOL, Studi dal III o IV libro della Escuela razonada de la guitarra

H. VILLA-LOBOS, 12 studi

Studi di autore moderno o contemporaneo

 

1.   Presentazione di un programma della durata minima di 15 minuti comprendente un brano contrappuntistico rinascimentale o barocco (originale per liuto o strumenti assimilabili), un brano dell'Ottocento e uno moderno o contemporaneo

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

  

 

 

Canto DCPL06, Musica vocale da camera DCPL35


 

Canto DCPL06

 

PRIMA PROVA

 

1. Presentazione di un programma della durata complessiva di almeno 15 minuti comprendente almeno un’aria tratta dal repertorio lirico e almeno un brano tratto dal repertorio da camera (lied, mélodie, romanza).

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

  

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

  

Musica vocale da camera DCPL35

 

PRIMA PROVA

 

Presentazione di un programma della durata complessiva di almeno 15 minuti comprendente almeno un’aria tratta dal repertorio lirico e almeno un brano tratto dal repertorio da camera (lied, mélodie, romanza).

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

 

 MUSICA ANTICA:

Clavicembalo e tastiere storiche DCPL14, Flauto dolce DCPL28, Liuto DCPL30


 Clavicembalo e tastiere storiche DCPL14

 

PRIMA PROVA

 

1.      Presentazione di almeno 3 brani con caratteristiche didattiche o comunque finalizzate alla risoluzione di uno specifico problema tecnico relativo allo strumento.

2.      Presentazione di almeno 2 opere significative, preferibilmente di scuole clavicembalistiche differenti, tratte dal repertorio specifico per clavicembalo. La durata dei brani presentati per questa prova non può essere complessivamente inferiore a 15 minuti.

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

 SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

  

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

 COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

 

Flauto dolce DCPL28

 

PRIMA PROVA

 

1        Presentazione di almeno 3 brani con caratteristiche didattiche o comunque finalizzate alla risoluzione di uno specifico problema tecnico relativo allo strumento.

 

2        Presentazione di almeno 2 opere significative tratte dal repertorio specifico del proprio strumento. La durata dei brani presentati per questa prova non può essere complessivamente inferiore a 15 minuti.

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

 SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

 

Liuto DCPL30

 

PRIMA PROVA

 

1.      Presentazione di almeno 3 brani con caratteristiche didattiche o comunque finalizzate alla risoluzione di uno specifico problema tecnico relativo allo strumento o al canto.

 

2.      Presentazione di almeno 2 opere significative tratte dal repertorio specifico del proprio strumento. La durata dei brani presentati per questa prova non può essere complessivamente inferiore a 15 minuti.

 

 

La commissione si riserva di interrompere la prova in qualsiasi momento.

 

 SECONDA PROVA

 

Il candidato dovrà dimostrare padronanza nell’utilizzo dei codici di notazione, nella conoscenza degli elementi fondamentali della teoria musicale e nell’esercizio delle fondamentali abilità relative all’ascolto e alla lettura ritmica e cantata. L’esame consisterà nelle seguenti prove:

·  Ascoltare, riconoscere e scegliere una sequenza melodico-ritmica tra 6 (8 battute)

·  Ascoltare e scrivere su pentagramma una sequenza di 6 note per battuta senza                    indicazione di tempo (8 battute)

·  Lettura a prima vista di un solfeggio cantato di media difficoltà

·  Lettura a prima vista di un solfeggio ritmico di media difficoltà

·  Prova scritta su definizioni di grammatica musicale a risposta chiusa

·  Prova scritta su intervalli, tonalità, modulazione ai toni vicini, triadi e settime

 

L’ accertamento delle competenze di Elementi di armonia e analisi e di Storia della musica avverrà non in sede di ammissione ma prima dell’inizio dei rispettivi corsi per valutare o meno la necessità di un pre-corso

 

COLLOQUIO DI CARATTERE GENERALE E MOTIVAZIONALE

  

 

 

 

Documenti disponibili:
PROGRAMMI ESAMI AMMISSIONE TRIENNIO CLASSICO A.A. 2019/2020
(formato PDF, dimensione 765953 byte)

 

AMMISSIONI 2019/2020 CORSI PROPEDEUTICI
AMMISSIONI 2019/2020 TRIENNIO E BIENNIO
Sistema prenotazione aule
Vittadini LAB
ORARIO A.A. 2018/2019
CALENDARIO APPELLI ESAMI A.A. 2018/2019
SERVIZI ISIDATA
Fondazione Teatro Besostri
Iscriviti alla nostra newsletter
Sostieni il Conservatorio con il 5x1000
Amministrazione trasparente
Ente per il Diritto allo Studio Universitario
ACCEDI AL SERVIZIO MYPAY
ACCEDI AL SERVIZIO MYPAY
Carta del Docente
18app

Comune di Pavia Vivi Pavia
Erasmus
Sapere Pavia